Hai detto ottone?

Influencer di tutto il mondo, avete detto ottone?!

IMG_1882.JPG

Eccovi serviti! Questa primavera, nel boom del Marketplace di Facebook, durante il quale tutti gli italiani si erano trasformati in abili mercanti di vintage e dintorni, ho concluso questo affare d’oro. Il testo citava una generica “sedia in ferro battuto”. Il prezzo era dei più ridicoli. Fingendomi l’ultimo dei deficienti ho portato a casa questa splendida chiavarina in ottone, produzione degli anni ’60, design originale di Giuseppe Gaetano Descalzi.

Qualche litro di sidol più tardi e con una nuova tappezzeria in velluto ottanio ecco ritrovata la meraviglia:

cijecam_FrancescoBonini_ottone_brass_sedia_chiavarina_chair_velvet_ottanio.JPG

Menzione speciale per la trashissima Madonna retroilluminata su velluto rosso e bordino in ottone. Mentre per la sedia potete fare la vostra offerta, su quest’ultima no, non avete speranza di poterla avere!

 

Estetico e funzionale? No.

Per quanti come me soffrono in maniera devastante il cambio di stagione in genere e ancor di più gestiscono in maniera traumatica il rientro a lavoro post vacanze estive.

Per quanti diversamente da me sono pure costretti a tornare a chiudersi dentro un ufficio per la maggior parte del loro tempo.

Per quanti come me odiano le sedie in plasticone nero e rotelle e mai e poi mai sacrificherebbero lo stile in favore dell’ergonomia.

Ma per quanti diversamente da me devono posare le terga per 8 ore al giorno sulla stessa seduta e sono quindi costretti a farlo… eccovi una possibile risposta al problema.