Anni ’50 in the jungle

E allora partiamo… con queste seggiolette anni ’50 che avevo lì da così tanti anni! Prese ormai da quasi 10 in quel di Gambarotta (qualcuno si ricorderà la storia), le avevo portate con me di trasloco in trasloco in attesa che arrivasse per loro la giusta ispirazione! E alla luce del risultato odierno sono davvero felice di aver atteso così tanto!

Oltre all’origine gambarottiana, queste sedie sono anche fra i pochi sopravvissuti dell’alluvione livornese del 10 settembre 2017…e ciò le rende ancora più speciali. Si è instaurato con quei giorni (settimane, ma anche mesi, che ancora non sono finiti) una sorta di legame al pari del perverso sentimento che lega l’oppresso al suo aguzzino….ma eviterei di scadere nel pesante di lunedì mattina!

Sei splendide seggiolette in tubolare di ferro verniciato nero, con seduta e schienale imbottito e foderato in pelle sintetica; segnate nella vernice dall’umidità della montagna e sulla seduta da un’epoca in cui si fumava ovunque, lasciando cadere cenere incandescente e mozziconi su ogni cosa.

Le ho portate nella jungla (del mio nuovo laboratorio in quel di Chianni)… E ne è uscito qualcosa che, a mio avviso, riempie le pupille di gioia!foto 19-05-18, 17 37 08foto 19-05-18, 16 39 28 (1)Foto 19-05-18, 16 00 27Foto 19-05-18, 16 08 45img_0454_IMG_0444_IMG_0447_IMG_0431_IMG_0455_

Che fine ha fatto cijecam?

Qualche settimana fa, in un’improbabile tavolata del sabato sera di quelle che si generano a causa della totale assenza di spazio fra un tavolo e l’altro, un tipo esponeva con seria drammaticità la profonda evidenza del fatto che da ormai più di 30 anni gli anni ’80 continuano ad imperare.

“Non ne siamo ancora usciti!”, e lo diceva con una tale gravità, come se davvero il problema più grande a quella mensa non fosse invece il suo improponibile taglio di capelli o il fatto che il suo aspetto si avvicinasse a quello di un uomo in dimissioni da una lunga degenza al centro elioterapico, di quelle che usavano 60 anni fa.

Mah…

A me in realtà “gli anni ’80” pare di averli ampiamente schifati fino a quando, lo scorso anno, qualche anima pia ha deciso di farci nuovamente dono di foglie di monstera, pappagalli, palme e tucani!

Così avrei deciso, se incontro il vostro consenso, di dedicare questo fine primavera a raccontarvi di qualche mobiletto che ho rivestito in tinte jungle…. io, al momento, sono completamente invischiato in questo trip!!!

Adoro!

foto 19-05-18, 17 37 08
ph Alessio Morganti

E credo che questa idea di postare al lunedì mi convince molto… perché il lunedì segna un nuovo inizio, in barba al tempo ciclico e all’angoscia esistenziale! E allora stay tuned! (ah come sono anni ’90!)